• CL_BORGHI
Indietro

Favrio, rinata dopo un incendio

A Favrio c’è il Capitello della Madonna, un luogo importante per la gente del posto. Ricorda il grande incendio che divorò gran parte del paese. Era il 1959, quando i tetti delle case contadine erano ancora di paglia.

Tra le vie del paese l’architettura rurale del passato, ancora oggi, fa bella mostra di sé. Case grandi, con maestosi muri di pietra arricchiti da strutture in legno. Riunivano sotto lo stesso tetto persone ed animali. Al piano terra c’era la stalla. Ci convivevano vacche, capre, conigli, maiali, pecore. In inverno diventava caldo palcoscenico per il filò. La gente si ritrovava per filare, aggiustare attrezzi, riposarsi dalla fatica della giornata e stringersi nel calore della comunità, e di un buon bicchiere di vino.

Il paese dove passato e presente convivono

Accanto alla stalla, c’erano i vòlt, le cantine per conservare al fresco le patate. Un piano sopra c’era la cucina, il cuore della casa. Spesso aveva le pareti ricoperte di fuliggine provocata dai fumi della stufa che uscivano da un’apertura del muro.

Una rapa carrabile, chiamata pont, portava all’aia, all’era. Un ampio spazio rivestito da rastrelliere o essiccatoi. Ancora più su c’erano le ràlte e i ràltadei. Attrezzati con graticci per garantire la giusta illuminazione e areazione, servivano per l’essicazione e la conservazione del foraggio, dell’orzo, della segala e del frumento.

Infine il tetto, per lunghi anni ricoperto di paglia. Si utilizzava il frumento, o meglio ancora la segale. Quella che cresceva nei campi magri, mietuta a mano.

Paglia sui tetti, fieno asciutto sulle aie e legno resinoso per le travi. Insieme erano tanti cerini pronti a prendere fuoco. I tetti, che garantivano una tenuta perfetta per neve e pioggia, al fuoco non riuscivano ad opporre resistenza. Duravano poco. Spaventosi incendi si portavano via case e interi pezzi di paesi. Non rimaneva niente di quel niente che c’era.

Ma poi la vita andava avanti ed oggi puoi ammirarne le preziose testimonianze nelle dimore rurali di Favrio.

Richiesta informazioni

Cose da fare

Main sponsor

Sponsor
Sponsor

Altri sponsor

Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor

Partner

Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Stai navigando per
Stai navigando per:

Grazie

Ti abbiamo inviato un'email. Per attivare la newsletter clicca sul link che troverai nel messaggio, grazie!

close

Richiesta informazioni


close

Iscriviti alla nostra newsletter



Annulla
Chiudi

Credits

Concept, Design, Web

KUMBE DIGITAL TRIBU
www.kumbe.it | info@kumbe.it

Foto

Archivio APT Comano

Chiudi

Grazie

Il suo messaggio è stato spedito correttamente.

close

Seleziona periodo

close